Santa Croce si ferma per l'addio a Loris - Le foto

SANTA CROCE CAMERINA. Il feretro bianco del piccolo Loris, il bimbo di otto anni ucciso il 29 novembre scorso, è giunto in Piazza Vittorio Emanuele, a Santa Croce Camerina e ha fatto il suo ingresso nella chiesa di San Giovanni Battista, dove alle 15 saranno celebrati i funerali dal vescovo di Ragusa Paolo Urso. La bara è stata portata da quattro persone, tra le quali il padre del bimbo, Davide.

La bara è stata fatta entrare in chiesa da un ingresso laterale. La piazza è transennata e presidiata dalle forze dell'ordine. Sono poche le corone di fiori davanti alla chiesa San Giovanni Battista. Qualcuno si avvicina per sistemarle vicino alle porte blindatissime della chiesa e si allontana per evitare di essere ripreso dalla telecamere. La città si stringe al dolore della famiglia Stival e partecipa come può. Dentro il caffè Mokambo, proprio di fronte alla piazza, ci sono palloncini azzurri e bianchi che i proprietari faranno volare alla fine della cerimonia. Presente il prefetto di Ragusa, Annunziato Vardè: «Sono qui per manifestare il mio profondo cordoglio personale e delle istituzioni che rappresento. Confido nell'impegno della Procura affinchè sia fatta piena luce su questo tragico caso e a questo proposito auspico che sia rispettato il lavoro degli inquirenti e possa essere assicurata la necessaria collaborazione da parte di coloro i quali possano dare aiuto agli inquirenti per le indagini».

© Riproduzione riservata

TAG: ,

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X