stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Loris, il giorno dei funerali. Veronica al marito: come pensi sia stata io?
L'OMICIDIO DI SANTA CROCE

Loris, il giorno dei funerali. Veronica al marito: come pensi sia stata io?

Intanto nuovi sopralluoghi sulle immagini delle telecamere davanti alla casa. Servirebbero a fornire ulteriori conferme alla tesi dell'accusa che Loris rientra a casa alle 8.30 del 29 novembre scorso invece di andare a scuola come sostiene la madre

SANTA CROCE CAMERINA. «Caro Davide, sono amareggiata profondamente dal comportamento che hai avuto nei miei confronti. Come puoi credere che io abbia potuto uccidere nostro figlio?». Lo afferma Veronica Panarello, la 26enne detenuta per l'uccisione di Loris di 8 anni, in una lettera scritta dal carcere al marito, Davide Stival, ieri, nel giorno del compleanno del loro figlio più piccolo.

«Tu sai che mamma sono stata io e quale affetto abbia avuto per i nostri bambini - prosegue la lettera, cui stralci sono stati resi noti da Newsmedisat - è un'atroce sofferenza la morte di Loris, così come atroce sofferenza è la mia carcerazione. Mi sento sola e abbandonata da tutti. Oggi è il compleanno del nostro figlio più piccolo ed anche a lui va il mio pensiero. Sono innocente, assolutamente innocente - conclude Veronica Panarello - ti prego di credermi. Io so che tu nel tuo cuore mi consideri innocente».

Veronica non parteciperà ai funerali del piccolo Loris. Nonostante lei insista per potervi assistere, il suo legale, l'avvocato Francesco Villardita, dopo averla incontrata in carcere a Catania, ha ribadito che non presenterà l'istanza per «motivi di opportunità».

Il procuratore Carmelo Petralia firmerà stamattina il nulla osta per la restituzione della salma di Loris alla famiglia. I funerali del bambino di 8 anni, della cui morte per strangolamento è accusata la madre, Veronica Panarello, saranno celebrati domani alle 15 nella chiesa San Giovanni Battista di Santa Croce Camerina. È probabile che, per problemi di ordine pubblico, il feretro venga condotto direttamente in chiesa per le esequie.

Saranno celebrati dal vescovo di Ragusa monsignor Paolo Urso i funerali del piccolo Loris, in programma, nella chiesa di San Giovanni Battista di Santa Croce Camerina. Non è casuale che sia lo stesso Vescovo di Ragusa a tenere la funzione religiosa dopo le polemiche con i giornalisti del viceparroco di Santa Croce Camerina, don Flavio Maganuco che aveva stigmatizzato la presenza delle telecamere in chiesa durante la funzione religiosa della domenica. Tra l'altro il vescovo di Ragusa nella preghiera per l'affidamento della città di Ragusa all'Immacolata alla vigilia dell'8 dicembre aveva «raccomandato alla vergine Maria il piccolo Loris affinchè lo accogliesse nella serenità e nella gioia del cielo».

Un corteo silenzioso formato dagli alunni e dagli insegnanti della scuola Falcone - Borsellino di Santa Coce Camerina partirà da Piazza degli Studi per arrivare nella Chiesa di San Giovanni Battista dove domani alle 15 verranno celebrati i funerali del piccolo Loris, il bambino di 8 anni ucciso il 29 novembre scorso.

«In testa al corteo ci sarà la classe di Loris - dice la preside della scuola, Giovanna Campo - a seguire gli alunni delle elementari e delle medie accompagnati dagli insegnanti; raggiungeremo la Chiesa dove alla classe di Loris è stato riservato un posto speciale cosi che i bambini possano ascoltare le parole del vescovo e salutare Loris per l'ultima volta».  Nonostante la notizia che ha sconvolto l'intero paese e quindi alunni ed insegnanti della scuola, le attività extrascolastiche non sono state cancellate: «Così ci hanno consigliato gli psicologi - continua la preside - anche se i festeggiamenti per il Natale avverranno in modo più pacato, abbiamo cancellato la festa finale; la recita la faremo comunque ma la dedicheremo a Loris e ci sarà un messaggio per lui».

Intanto, sopralluogo e rilievi sono in corso a Santa Croce Camerina nella casa dove abitava Loris e nel negozio 'Vanity Fair' dove è installata la telecamera di sorveglianza che riprende anche il garage, la strada e il portone d'ingresso del palazzo dove abitano gli Stival. Sul posto stanno operando squadra mobile e carabinieri di Ragusa, e in particolare esperti della polizia scientifica.

Gli investigatori hanno segnato a terra 11 punti e stanno eseguendo delle misurazioni di porte, balconi, auto e ingressi. L'ipotesi è che, su disposizione della Procura di Ragusa, si stiano effettuando controlli comparativi per stabilire altezza delle persone riprese dalla telecamera e le loro proporzioni.

Servirebbero a fornire ulteriori conferme alla tesi dell'accusa che Loris rientra a casa alle 8.30 del 29 novembre scorso e non va a scuola come invece sempre sostenuto dalla mamma, Veronica Panarello, che è in stato di arresto per omicidio volontario aggravato e occultamento del cadavere del figlio di 8 anni.  Gli investigatori si sono poi spostati nell'area di servizio che ha ripreso l'auto di Veronica Panarello, eseguendo anche qui delle ulteriori misure comparative.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X