stampa
Dimensione testo

Blitz antidroga nel Ragusano, arrestati 5 extracomunitari - Video

RAGUSA. E’ stata smantellata una rete di spacciatori tunisini, marocchini ed egiziani attiva in provincia di Ragusa. I carabinieri hanno arrestato cinque extracomunitari, accusati di concorso in detenzione ai fini di  spaccio di sostanze stupefacenti. L’operazione è stata denominata “Transporter”.

Tra gli arrestati Hossine Lahamer, algerino di 27 anni, Khaled Sahlaoui, tunisino di 28 anni, Lazhar Sahlaoui, tunisino  di 35 anni, Mounir Sahlaoui, tunisino di 33 anni, Oualid Dogui, italiano di origine tunisina di 21 anni. Alcuni, invece, non sono stati rintracciati. Gli arrestati sono tutti pregiudicati che hanno costituito un’organizzazione criminale che si occupava del  trasporto, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari hanno scoperto che la banda avrebbe trasportato, offerto, venduto o comunque ceduto a terzi eroina ed hashish.
Le indagini sono state avviate dalla compagnia di Modica nel mese di gennaio 2015, a seguito del decesso per overdose di Orazio Adamo, di 42 anni. I militari, coordinati dalla Procura iblea, hanno seguito i movimenti di vari soggetti tossicodipendenti della provincia di Ragusa, che hanno poi portato ad individuare diversi extracomunitari che si occupavano dell’attività di spaccio di eroina ed hashish.

La persona che  materialmente ha fornito la dose letale ad Adamo è stato arrestata nell’aprile 2015. Le attività investigative hanno permesso di accertare i viaggi finalizzati all’approvviggionamento della droga in diverse località della Sicilia, e d’individuare i movimenti relativi all’attività di spaccio nelle varie piazze della provincia.

Nel corso delle indagini sono stati arrestati, in flagranza, cinque soggetti, ritenuti i “corrieri” della droga,  ancora detenuti, e sono stati sequestrati 2 chili di hashish e 300 grammi di eroina pura. Proprio l’eroina una volta tagliata avrebbe consentito di mettere sul mercato migliaia di dosi ed avrebbe fruttato decine di migliaia di euro.

Inoltre, nel corso delle indagini sono stati accertati più di 30 episodi di spaccio avvenuti  su tutta la provincia di Ragusa, in particolare a Modica, Ispica, Pozzallo, Scicli e Santa Croce Camerina. Il giro di affari smantellato dai carabinieri è stato stimato per migliaia di euro.  Durante le perquisizioni domiciliari di persone, in qualche modo collegate agli arrestati, i militari a Punta Secca hanno trovato e sequestrato altri 4 chili di hashish.

Le indagini proseguono per la cattura degli altri soggetti al momento irreperibili.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X