stampa
Dimensione testo

Droga Albania-Sicilia, arresti nel Ragusano: le immagini

Arrestati dalla polizia 22 soggetti facenti parte di un'articolata organizzazione dedita al traffico di cocaina e marijuana.
L'associazione, composta sia da cittadini italiani che da albanesi, importava dall'Albania ingenti quantitativi di sostanza stupefacente, per poi rivenderli, al dettaglio, nella provincia ragusana.
In particolare, l'organizzazione aveva la propria base logistica a Comiso, ma operava anche nei comuni di Scicli e Santa Croce di Camerina.
Tra i membri dell'associazione anche dei pastori che utilizzavano espressioni in codice nelle conversazioni con i sodali; in particolare, la parola "agnello" corrispondeva ad un chilo di droga. Le indagini, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catania, sono state condotte dalla Squadra Mobile di Ragusa con la collaborazione del commissariato di polizia di Comiso ed hanno interessato un periodo di tempo che va dal giugno 2011 al luglio 2012.
Il gruppo si riforniva di droga in Albania e poi la immetteva sul mercato ibleo. Le modalità dello spaccio prevedevano la consegna, in piccole dosi, ai "clienti" direttamente presso le loro abitazioni o il ritiro della sostanza presso le abitazioni di alcuni degli indagati.
Lo stupefacente sequestrato era confezionato in involucri di plastica del peso di 1 chilo cadauno ed occultato sottoterra nell'azienda vivaistica di proprietà di uno degli arrestati.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X