stampa
Dimensione testo
URBANISTICA

Santa Croce, è scontro sul Piano regolatore

di

SANTA CROCE. La variante al Piano regolatore generale, a Santa Croce, dovrà essere approvata dal commissario ad acta. Lo chiedono i consiglieri di minoranza, Rosario Pluchino e Salvo Di Marco che hanno trasmesso la relativa documentazione a Palermo.

«Non accettiamo che l' amministrazione comunale continui a pasticciare su un tema delicato come quello del riassetto del territorio - spiegano i due consiglieri comunali - per questo, con una lettera indirizzata al presidente della Regione e agli assessorati competenti, abbiamo chiesto l' intervento di un commissario che si occupi di portare avanti le varianti al Piano regolatore generale del Comune di Santa Croce». La proposta dell' Ufficio tecnico comunale, inoltre, riguardava il riassetto dei 15 mila metri quadrati della zona A2, l' area di Punta Secca, tralasciando il centro urbano di Santa Croce.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI RAGUSA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X