stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Ritardo nel bilancio, consigliere fa sciopero della fame
COMUNE

Ritardo nel bilancio, consigliere fa sciopero della fame

di
Il consigliere comunale Giovanni Vivera (Cambiare per crescere) protesta contro i ritardi nell'approvazione del bilancio di previsione 2016.

CHIARAMONTE GULFI. Sciopero della fame e della sete. Il consigliere comunale Giovanni Vivera (Cambiare per crescere) protesta contro i ritardi nell'approvazione del bilancio di previsione 2016. Il presidente Paolo Battaglia ha convocato la seduta per il 4 gennaio: a lui non va bene.

Nell'aula consiliare, in cui staziona durante le ore diurne, spiega: «Chiedo al presidente di convocare una seduta prima del Natale. Bisogna approvare subito il bilancio. Il ritardo è inaccettabile, così come quello dei revisori dei conti che hanno dato il parere non entro dieci giorni, come prevede la legge, ma in 19 giorni».

Il presidente Paolo Battaglia replica: «Il 4 gennaio è il primo giorno utile. Mi sono attenuto ai tempi previsti per legge, salvaguardando il diritto di ogni consigliere di avere il tempo necessario per la valutazione di tutti i documenti del bilancio e gli allegati. Peraltro, il parere dei revisori dei conti è «condizionato e con riserva». Con le festività imminenti, i giorni effettivi per esaminare il bilancio sono appena dieci».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X