stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Comiso, artigiani contro l’abusivismo: "Uccide le imprese oneste"
ALLARME DELLA CNA

Comiso, artigiani contro l’abusivismo: "Uccide le imprese oneste"

di

COMISO. «L’abusivismo: una piaga. Chi paga le tasse ed è in regola con tutti gli adempimenti di legge, viene vessato dallo Stato e non ce la fa ad arrivare a fine mese. Chi opera in nero, nell’ombra, riesce a fare concorrenza alle altre imprese e lucra guadagni più alti».

Il grido d’allarme della Cna, la Confederazione nazionale dell'artigianato e della piccola e media impresa, si leva nel territorio di Comiso, Vittoria, Acate, Santa Croce Camerina: un comprensorio dove, ad oggi 1780 imprese artigiane nei vari settori (edile, meccanico, parrucchieri, impiantistica, carrozzerie, officine di riparazione).

Tra queste, 930 si trovano a Vittoria, 610 a Comiso, 110 ad Acate e 110 a Santa Croce Camerina. Ma molte operano nel sommerso e nessuno, ufficialmente, le conosce.

Ieri i presidenti della Cna di Vittoria Giuseppe La Terra, di Comiso, Giovanni Calogero (con lui anche il vice Salvatore La Rosa), di Santa Croce, Carmelo Basile, insieme con i responsabili organizzativi, Giorgio Stracquadanio per quanto riguarda Vittoria) e Roberto Bordonaro, in rappresentanza di Santa Croce Camerina, hanno presentato, nella sede di Comiso, un piano di lotta che verrà avviato nei prossimi mesi.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X