stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia La Regione accelera sulla messa in sicurezza dei porti di Pozzallo e Donnafugata
PESCA

La Regione accelera sulla messa in sicurezza dei porti di Pozzallo e Donnafugata

di

SCICLI. I pescatori di Donnalucata sono arrabbiati non solo per l' inagibilità dello scalo di alaggio, a causa del fenomeno dell' inalgamento e dell' insabbiamento ma anche per la mancata messa in sicurezza del porticciolo. "Se ne parla da tempo- ha detto Giuseppe Conti- ma fino ad oggi tutto è rimasto bloccato".

"Il progetto per la messa in sicurezza è quasi pronto", dice il deputato regionale Orazio Ragusa. "Nei giorni scorsi -prosegue - ho incontrato i dirigenti del Genio civile opere marittime di Palermo a proposito del lungo ed elaborato iter procedurale che interessa la realizzazione della messa in sicurezza del porticciolo di Donnalucata. E' seguita un' interlocuzione con la Commissione straordinaria del Comune di Scicli a cui ha fatto seguito una comunicazione alla Capitaneria di porto di Pozzallo. Tutti gli attori sono stati sensibilizzati per l' accelerazione delle procedure".

Ma cosa manca per andare avanti? "A questo punto- risponde Ragusa-, manca soltanto il progetto vero e proprio che, nei fatti, dovrà essere realizzato dal Genio civile opere marittime.

Dopo lo sblocco dei fondi della Protezione civile, con somme pari a circa 4 milioni di euro, è stato compiuto un altro importante passo in avanti". Nei mesi scorsi Ragusa aveva incontrato a Palermo il responsabile del Provveditorato interregionale per le opere pubbliche Sicilia -Calabria, Donato Carlea, ed il responsabile per la progettazione della messa in sicurezza, Giovanni Coppola, in quanto era stata completata la fase di ricognizione degli studi dell' Università di Catania.

Studi indispensabili per una migliore predisposizione del progetto esecutivo riguardante l' infrastruttura, considerata, tra l' altro, come opera di fuga in caso di calamità naturale. Da qui anche la conferenza di servizio con la Protezione civile di Ragusa per perfezionare ulteriormente l' iter procedurale sfociata in una una convenzione.

"In virtù dei contenuti di tale convenzione- evidenzia Orazio Ragusa-, è stato previsto che il provveditorato curi la gestione dell' appalto, dell' affidamento dei lavori sino alla completa esecuzione degli stessi per la messa in sicurezza e funzionalità dell' infrastruttura portuale. Si opererà - aggiunge l' on. Ragusa - per far sì che possa essere costituita una via di fuga a fronte di eventuali fenomeni sismici, fornendo inoltre alla marineria locale e ai diportisti la possibilità di poter usufruire al meglio della struttura eliminando, una volta per tutte, la problematica dell' insabbiamento. Sarà predisposto uno stralcio funzionale e si proseguirà con nuovi interventi e il reperimento di ulteriori fondi per fare in modo che il porticciolo diventi funzionale a tutti gli effetti".

Infine, in merito al porto di Pozzallo Ragusa annuncia di avere appena appreso "che il Genio civile Opere Marittime di Ragusa ha quantificato la somma necessaria per procedere alla messa in sicurezza della infrastruttura. Un piccolo, ma importante passo avanti- ha concluso Ragusa verso il tanto atteso intervento".

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI RAGUSA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X