stampa
Dimensione testo
COMUNE

Santa Croce, bilancio di «lacrime e sangue»

di

SANTA CROCE CAMERINA. Sarà il commissario inviato da Palermo ad approvare, entro 30 giorni, il bilancio di previsione al Comune di Santa Croce. Il consiglio comunale nella seduta di ieri non ha approvato lo strumento finanziario. Sei i voti favorevoli, sei i contrari. Adesso si "riparte" dallo schema di bilancio approvato dalla giunta Iurato con gli emendamenti di fatto azzerati. Poco meno di 16 milioni di euro di cui 8 milioni di spesa corrente e un milione e 900 mila euro di investimenti in conto capitale.

"Un bilancio che risente dei mancati trasferimenti da parte dello Stato e della Regione con un mancato introito pari a un milione di euro. «Siamo in piena campagna elettorale - spiega il sindaco Franca Iurato - ma abbiamo il dovere morale di non illudere i nostri concittadini. Purtroppo le risorse economiche, in bilancio, sono molto limitate e l' amministrazione ha voluto garantire i servizi essenziali vedi l' assistenza domiciliare agli anziani e ai portatori di handicap. In una situazione così difficile dobbiamo garantire l' essenziale. Siamo uno dei pochi comuni che paga in maniera puntuale i nostri dipendenti».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI SIRACUSA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X