stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Alla Casa circondariale di Ragusa si realizza un caseificio
DETENUTI

Alla Casa circondariale di Ragusa si realizza un caseificio

di
L’iniziativa portata avanti dall’amministrazione penitenziaria, dal Rotary Hybla Herea e dall’imprenditoria locale. I prodotti saranno venduti

RAGUSA. Attività di caseificazione all’interno di un locale messo a disposizione dall’Amministrazione Penitenziaria. È quella che nascerà nella Casa circondariale grazie all’accordo tra l’istituzione penitenziaria, il Rotary Hybla Herea e l’imprenditoria locale. Ha sposato il progetto la ditta Bubalus. I detenuti saranno direttamente coinvolti dal progetto che si occupa di rilanciare uno spirito di pieno recupero sociale e attitudinale anche rispetto alla prospettiva di un reinserimento futuro nella società.

Un’iniziativa di grande spessore sociale e culturale, unica nel suo genere. Il progetto, a cui partecipano tutti i club dell’area iblea, è stato finanziato dalla Rotary Foundation. L’iniziativa è stata presentata ieri mattina dalla direttrice della Casa Circondariale, Giovanna Maltese, dal presidente del Rotary Hybla Herea, Maurizio Giannì, dal governatore Rotary del Distretto Sicilia – Malta, Francesco Milazzo, e dal responsabile tecnico del progetto, il veterinario Giorgio Lo Magno. Come ha spiegato la direttrice Maltese è un progetto importante anche perchè per merito del Rotary si innesca una presenza sociale nelle nuova generazione.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X