DETENUTI

Alla Casa circondariale di Ragusa si realizza un caseificio

di
L’iniziativa portata avanti dall’amministrazione penitenziaria, dal Rotary Hybla Herea e dall’imprenditoria locale. I prodotti saranno venduti

RAGUSA. Attività di caseificazione all’interno di un locale messo a disposizione dall’Amministrazione Penitenziaria. È quella che nascerà nella Casa circondariale grazie all’accordo tra l’istituzione penitenziaria, il Rotary Hybla Herea e l’imprenditoria locale. Ha sposato il progetto la ditta Bubalus. I detenuti saranno direttamente coinvolti dal progetto che si occupa di rilanciare uno spirito di pieno recupero sociale e attitudinale anche rispetto alla prospettiva di un reinserimento futuro nella società.

Un’iniziativa di grande spessore sociale e culturale, unica nel suo genere. Il progetto, a cui partecipano tutti i club dell’area iblea, è stato finanziato dalla Rotary Foundation. L’iniziativa è stata presentata ieri mattina dalla direttrice della Casa Circondariale, Giovanna Maltese, dal presidente del Rotary Hybla Herea, Maurizio Giannì, dal governatore Rotary del Distretto Sicilia – Malta, Francesco Milazzo, e dal responsabile tecnico del progetto, il veterinario Giorgio Lo Magno. Come ha spiegato la direttrice Maltese è un progetto importante anche perchè per merito del Rotary si innesca una presenza sociale nelle nuova generazione.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X