stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura Ispica entra nel sito Unesco del Val di Noto
DAL GDS IN EDICOLA

Ispica entra nel sito Unesco del Val di Noto

La città di Ispica entra nel sito Unesco degli otto comuni del Val di Noto nella Heritage List dei Beni dell'Umanità. Per lei ci sono voluti 18 anni prima di questo riconoscimento. Ispica entra dunque a far parte nel sito Unesco denominato «Le città tardo barocche del Val di Noto nella Sicilia sud orientale» cui fanno parte otto città, Noto, Palazzolo Acreide, Scicli, Modica, Ragusa, Militello Val Di Catania, Caltagirone, Catania spalmate nelle province di Ragusa, Siracusa e Catania.

«È un risultato importante se consideriamo le chiusure iniziali dell'Unesco rispetto ad ipotesi di allargamento e le difficoltà di interlocuzione ad inizio percorso - commenta il sindaco Pierenzo Muraglie - sono certo che i sindaci degli altri comuni ricadenti nel sito Unesco coglieranno il valore dell'allargamento ad Ispica ed a quei comuni che avranno riconosciute le caratteristiche architettoniche in linea con lo stile tardo-barocco del Val di Noto».

L'articolo di Pinella Drago nell'edizione di oggi del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X