TESORI NASCOSTI

Ragusa, in 10 mila per visitare i palazzi nobiliari: ma non tutte le dimore sono aperte

Diecimila presenze la scorso anno. Un migliaio i turisti dall'inizio del mese che hanno visitato palazzo Arezzo di Trifiletti. I palazzi nobiliari dell'antica Ragusa Ibla diventano un grande veicolo di promozione del territorio.

Il circuito «integrato» che prevede la visita del giardino di palazzo Arezzo, il circolo di conversazione e il teatrino di Donnafugata, è una grande occasione per fare riscoprire la vita nobiliare d'un tempo. Peccato che non tutte le dimore storiche, di proprietà privata, sono aperte al pubblico.

«La scelta di aprire la dimora di famiglia all'esterno - racconta Domenico Arezzo, guida e titolare del palazzo nobiliare - è stata parecchio sofferta. Tutto è iniziato per caso, nel novembre del 2013, su invito di un gruppo di turisti di voler visitare i palazzi nobiliari della nostra meravigliosa città. Così ho deciso, insieme alla mia famiglia, di dedicare la mia giornata interamente al palazzo di famiglia. Di aprire le porte ai turisti con eventi a tema o con manifestazioni culturali», così come racconta Marcello Di Grandi sulle pagine del Giornale di Sicilia in edicola oggi. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X