stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Vittoria, 8 consiglieri indagati: dichiararono di non avere pendenze finanziarie col Comune
FALSO IDEOLOGICO

Vittoria, 8 consiglieri indagati: dichiararono di non avere pendenze finanziarie col Comune

Otto consiglieri comunali di Vittoria sono indagati per «falso ideologico commesso da privati in atto pubblico». La Procura ha concluso le indagini e ha notificato gli esiti. Gli otto consiglieri, dopo la loro elezione nell’ottobre 2021, avrebbero dichiarato il falso in merito alla loro situazione di compatibilità con la nuova carica elettiva.

Ai consiglieri, prima dell’insediamento, era richiesta una dichiarazione riguardante la situazione di compatibilità e, in particolare, di non avere pendenze finanziare con il comune (tasse, tributi o multe non pagate). Le indagini condotte dalla Guardia di Finanza e coordinate dalla Procura della Repubblica di ragusa avrebbero invece accertato che gli otto avevano dichiarato il falso: al momento in cui avevano sottoscritto la dichiarazione avevano ancora debiti con il comune. Gli iscritti nel registro degli indagati erano dapprima nove: ma uno dei consiglieri ha potuto dimostrare di non avere mai ricevuto la notifica di una multa di appena 62 euro che gli era stata comminata. Non era quindi a conoscenza di quel debito che ha subito pagato appena lo ha appreso. Per altri consiglieri, invece, si tratterebbe di tasse comunali non pagate, almeno fino al momento in cui era stata sottoscritta la dichiarazione non veritiera. Gli indagati hanno a 20 giorni di tempo per visionare gli atti, formulare le memorie difensive o chiedere ulteriori approfondimenti d’indagine. Subito dopo la Procura potrà richiedere il rinvio a giudizio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X