stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Furti di rame nel ragusano, presi tre romeni e un palermitano
POLIZIA

Furti di rame nel ragusano, presi tre romeni e un palermitano

Tre romeni e un palermitano, ladri di rame, sono stati arrestati dai poliziotti del commissariato di Comiso. Notificate le quattro ordinanze di applicazione della misura di custodia cautelare in carcere e una misura dell’obbligo di dimora per una serie di furti aggravati e ricettazione di conduttori di rame ai danni dell’Enel distribuzione. I provvedimenti sono stati eseguiti a Caltanissetta, Agrigento e Palermo, in relazione ai luoghi di residenza dei destinatari delle misure per fatti commessi a Comiso nel corso del 2020, con danni per circa 400 mila euro.

Il gruppo di ladri, nella maggior parte dei casi composto da tre persone, partiva da Riesi di sera, a bordo di una sola auto, mentre nell’ultimo periodo ha usato vetture prese a noleggio. Giunti in prossimità del luogo individuato, due scendevano dal mezzo per poi procedere a piedi, mentre l’autista rientrava da solo a Riesi. I due rimanevano tra le campagne fino alle prime luci dell’alba quando l’autista ritornava a prenderli: matasse di circa 50-60 chili ciascuna venivano nascoste negli anfratti dei luoghi dei furti. Dopo aver accumulato notevoli quantità di cavi, si organizzavano per il recupero dell’oro rosso che trasportavano fino a Palermo, dove veniva periodicamente ceduto al ricettatore. Nel corso dell’indagine sono stati recuperati e sottoposti a sequestro circa mille chili di rame. Gli arrestati sono stati condotti nelle carceri di Palermo (Pagliarelli), Caltanissetta ed Agrigento, il quinto indagato è stato sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X