stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Covid, a Ragusa rubata l'attrezzatura per sanificare le ambulanze
OSPEDALE GIOVANNI PAOLO II

Covid, a Ragusa rubata l'attrezzatura per sanificare le ambulanze

"In piena emergenza hanno commesso un atto vile, che ci ha lasciati veramente senza parole oltre che nella difficoltà di operare". A Ragusa, all’ospedale Giovanni Paolo II è stato rubato un apparecchio di fotocatalisi, quello che serve per sanificare le ambulanze. "Purtroppo è vero" conferma Giuseppe Lombardi, responsabile regionale del servizio prevenzione e protezione della Seus che gestisce il servizio 118 della Regione Sicilia.

"Abbiamo avuto un paio di giorni di difficoltà perchè abbiamo dovuto operare con un solo apparecchio su Modica e Ragusa continuando a garantire la sanificazione delle ambulanze che viene fatta dopo ogni intervento di trasporto di casi sospetti e conclamati Covid". È accaduto il 17 novembre. L’attrezzatura era all’interno di un locale del Pronto soccorso del Giovanni Paolo II, proprio per agevolare le operazioni di sanificazione delle ambulanze non appena affidavano il paziente al pronto soccorso.

"Devo essere sincero - dice Lombardi - quando me lo hanno comunicato non potevo crederci. Non era mai successo, e pensare sia accaduto a Ragusa ci ha lasciati ancora più stupiti. Ragusa è un contesto sano, una provincia attiva, insomma, non avremmo mai pensato che sarebbe potuto accadere". L’episodio è stato ovviamente denunciato alle autorità, che stanno indagando per scoprire il colpevole. "Abbiamo provveduto a sostituire il macchinario ma la delusione è grande: chiunque lo abbia rubato - dice ancora Giuseppe Lombardi -, spero si senta un verme e spero anche che in un sussulto di onestà, ci faccia ritrovare l’attrezzatura che per noi, e per le persone che hanno bisogno purtroppo di essere trasportate in ambulanza, è essenziale".

Si tratta di una attrezzatura all’avanguardia. "La Sicilia, in questo caso, anche su mia sollecitazione - spiega il responsabile della prevenzione e protezione della Seus -, si è dotata sin da marzo proprio di questi apparecchi che operano in fotocatalisi, che si è dimostrata efficacissima per la sanificazione relativa al Covid più di altri sistemi. Siamo stati all’avanguardia in Italia, prima azienda ad averli in dotazione. È uno strumento di utilità assoluta, averlo sottratto, è veramente un atto vile". La situazione si è normalizzata ma per un paio di giorni, le operazioni di sanificazione dei mezzi hanno subìto dei rallentamenti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X