stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Omicidio del cuoco a Modica: il carabiniere arrestato non risponde al gip di Ragusa
INDAGINI

Omicidio del cuoco a Modica: il carabiniere arrestato non risponde al gip di Ragusa

Si è avvalso della facoltà di non rispondere Davide Corallo, il carabiniere sospeso dal servizio e in carcere dal 15 giugno per l’omicidio del cuoco modicano Peppe Lucifora, commesso lo scorso 10 novembre a Modica.

Una udienza durata circa mezzora al termine della quale il gip di Ragusa, Eleonora Schininà, si è riservata la decisione sul provvedimento di custodia.

«Al momento abbiamo solo l’ordinanza e attendiamo di vedere gli atti. È una fase delicata», commentano i legali all’uscita dall’aula. Un movente passionale secondo gli inquirenti, alla base dell’omicidio.

Lucifora, che sarebbe stato dapprima tramortito con colpi violenti al volto, è morto per soffocamento, con una presa mortale alla gola. AGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X