stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Incidente sul lavoro a Vittoria: operaio muore folgorato, due i feriti
CARABINIERI

Incidente sul lavoro a Vittoria: operaio muore folgorato, due i feriti

Incidenti, Ragusa, Cronaca

Muore folgorato mentre sta eseguendo lavori di manutenzione sulla linea elettrica della pubblica illuminazione lungo la strada provinciale 68 Vittoria-Pedalino, in contrada Piano Guastella nel territorio di Vittoria. Vittima nel primo pomeriggio un operaio di 31 anni.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Vittoria per raccogliere le prime informazioni. Lo Spreasal si sta occupando dei rilievi.

Il giovane sarebbe stato colpito dai cavi di un palo in manutenzione. Nell'incidente sono rimasti feriti anche altri due operai che sono stati trasferiti al pronto soccorso dell’Ospedale Guzzardi di Vittoria.

"Sono indispensabili più controlli. E' necessario elevare ancora di più la soglia dell’attenzione. Non è possibile continuare a pagare questo tributo di vite umane. In provincia di Ragusa è il secondo tragico incidente sul lavoro che si verifica nel giro di una settimana. Non è accettabile", ha commentato  il segretario generale dell’Ust Cisl Ragusa Siracusa, Vera Carasi.

"Un giovane che stava adempiendo alla propria attività lavorativa - continua Carasi - non potrà più tornare a casa dai propri cari perchè è rimasto colpito dai fili dell’alta tensione. Non doveva accadere ma è accaduto. Ed è un tragico modo di fare la conta di quante persone, per portare legittimamente a casa uno stipendio, hanno già perso la vita dall’inizio dell’anno per incidenti sul lavoro. Chiediamo alle altre forze sindacali della provincia di Ragusa di sederci attorno a un tavolo e di valutare l’opportunità di promuovere un forte momento di sensibilizzazione per far sì che la soglia di attenzione si innalzi sempre di più. Tutti abbiamo il dovere di fare la nostra parte e di contribuire a fare cessare questa ecatombe silenziosa. Che valore ha, continuiamo a chiederci, perdere la vita mentre si lavora? Noi pensiamo che così non è più possibile andare avanti e che è indispensabile individuare le necessarie contromisure".

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X