stampa
Dimensione testo
DA GDS IN EDICOLA

Vietato spargere i concimi nei campi vicino alle spiagge del Ragusano

AGRICOLTURA, Ragusa, Cronaca
Ignazio Abbate - Modica

D'ora innanzi e fino al prossimo 15 settembre quegli odori nauseabondi che si respirano da decenni a Maganuco ed a Marina di Modica, provenienti dai vicini insediamenti agricoli, dovranno scomparire. L’odore del concime sparso sui terreni è fastidioso, soprattutto per i vacanzieri che scelgono queste località per trascorrere il loro periodo di ferie.

La decisione è del sindaco di Modica, Ignazio Abbate, che per salvare la bellezza del suo litorale, aumentare quel più 30 per cento di incremento turistico di oggi e per garantire vacanze salutari a villeggianti e turisti ha disposto, con propria ordinanza, il divieto di utilizzare concimi organici, pollina e liquami su terreni agricoli a meno di 5 chilometri dalle frazioni di Marina di Modica e Maganuco.

«La prova che questi concimi disturbano è arrivata dal fatto che nelle ultime settimane l'aria in prossimità della costa è diventata irrespirabile – spiega il primo cittadino - in particolare nelle ore serali e notturne l’odore è stato intenso tanto da costringere molti villeggianti a tornare a Modica e rivolgersi al comando di Polizia Locale denunciando l'inconveniente igienico-sanitario». Le indagini dei vigili urbani hanno dato conferma di quanto denunciato. Da qui il provvedimento.

L'articolo nell'edizione di oggi del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X