stampa
Dimensione testo
GUARDIA DI FINANZA

Vende smartphone on line evadendo l'Iva, denunciato a Ragusa

Una frode fiscale realizzata attraverso la vendita di telefoni cellulari on line effettuata mediante una nota piattaforma digitale è stata scoperta dalla guardia di finanza di Ragusa, che ha denunciato per reati di natura tributaria il titolare di una società di e-commerce che da Comiso si era trasferita a Avola.

L’operazione è stata denominata «Smart Price - no vat». I militari hanno anche eseguito un decreto di sequestro finalizzato alla confisca di un immobile in una zona archeologica del Siracusano, un’imbarcazione, un motoveicolo e somme di denaro per circa 300 mila euro complessivi.

Secondo quanto accertato, il volume d’affari della ditta era di diversi milioni di euro. Il meccanismo di truffa ha permesso l’applicazione alla clientela di un prezzo di vendita di smartphone di gran lunga più basso rispetto a quello normalmente praticato sul mercato.

Secondo quanto accertato, il sistema di frode era basato principalmente sull'utilizzo improprio del cosiddetto regime Iva del «Reverse charge» previsto esclusivamente per determinate operazioni, che consente di effettuare acquisti e vendite tra fornitori del medesimo settore rinviando l’addebito dell’Iva al momento della cessione al consumatore finale, soggetto sul quale l'imposta è destinata ad incidere.

Il modus operandi messo in atto per evadere l’Iva prevedeva alternativamente l’omessa fatturazione delle operazioni di vendita o, come registrato nella maggior parte dei casi individuati, la cessione a consumatori finali, che venivano qualificati indebitamente come operatori commerciali per omettere l’applicazione dell’Iva.

(ANSA)

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X