ISPICA

A Santa Maria del Focallo i rifiuti sono un'emergenza

di

Nei giorni scorsi il Comitato Santa Maria del Focallo del presidente Tiziana Scuto, ora è il movimento Rinascita Ispicese con la sua coordinatrice Lucia Franzò. Il tema è sempre uno. La raccolta differenziata dei rifiuti sul litorale ispicese. In entrambi i casi il giudizio è univoco. Sarebbero insufficienti le soluzioni proposte dall'amministrazione Muraglie sulla raccolta dei rifiuti nella fascia costiera.

Rinascita Ispicese chiede che venga convocata una seduta aperta del consiglio per affrontare la questione direttamente con il cittadino. Ed in più sottolinea come «per il servizio di raccolta dei rifiuti nella fascia costiera si è passati da oltre 200 cassonetti posizionati nel territorio extraurbano a sole 4 postazioni mobili - spiega Lucia Franzò - totalmente insufficiente quanto realizzato e sicuramente inefficace.

Neanche la promessa che le postazioni mobili da 4 passino a 9 oppure di un fantomatico porta a porta sulla litoranea e su viale Kennedy, come dichiarato dal Sindaco Muraglie e dall'assessore Moncada, potranno rappresentare la soluzione. Ipotizzare che ci possa essere la raccolta porta a porta lungo la litoranea trasformerebbe il nostro litorale in un ricettacolo di spazzatura. Trasformare la litoranea o Viale Jennedy quale luogo ove porre fuori dalle abitazioni la spazzatura potrebbe trasformare la nostra costa in un immensa discarica a cielo aperto frequentata da animali alla ricerca di cibo».

L’articolo nell’edizione della Sicilia Orientale del Giornale di Sicilia

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X