stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Svolta nelle indagini sull'omicidio di Pamela in Brasile, la polizia arresta un suo vicino di casa
STATO DI BAHIA

Svolta nelle indagini sull'omicidio di Pamela in Brasile, la polizia arresta un suo vicino di casa

RIO DE JANEIRO. È stato arrestato uno dei sospetti di aver assassinato Pamela Canzonieri, l'italiana trovata morta giovedì scorso a Morro di San Paolo, nello Stato di Bahia, in Brasile: lo ha comunicato all'ANSA il portavoce della polizia locale, Alberto Maraux.

Il presunto omicida - hanno reso noto gli uomini del commissariato territoriale di Cairu - era un vicino della vittima e aveva precedenti per traffico di droga.

«Dopo aver sentito alcuni testimoni ho ritenuto necessario chiederne ai pm la custodia cautelare in carcere», ha precisato il commissario responsabile per il caso, Argimaria Soares Freitas. Gli inquirenti non hanno tuttavia voluto confermare l'identità dell'uomo come divulgata da alcuni siti brasiliani.

Intanto a Ragusa amici e parenti di Pamela si uniscono per chiedere che venga fatta giustizia. Una fiaccolata è in programma per questa sera alle 20 a Ragusa. Gli amici della donna hanno preparato uno striscione che sintetizza la triste vicenda: «Nessuno muore sulla terra finchè vive nel cuore di chi resta. Giustizia per Pamela».

La presa di distanza è motivata dalla «poca vicinanza dell'amministrazione comunale di Ragusa al dolore e allo sconforto della famiglia». Intanto dopo lo svolgimento delle pratiche burocratiche la salma di Pamela ha iniziato il lungo viaggio per far rientro in Italia.

Ieri è stata trasferita a Salvador, capitale dello Stato di Bahia, a mille chilometri da Valencia, la città dove è stata eseguita l'autopsia, in attesa del primo volo utile per l'Italia dove dovrebbe arrivare venerdì.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X