stampa
Dimensione testo
IMMIGRAZIONE

Sbarcati a Pozzallo 650 profughi, 6 donne ricoverate

POZZALLO. Uno degli sbarchi più consistenti di ieri per numero di persone si è concluso nel primo pomeriggio nel porto di Pozzallo. A bordo della nave militare irlandese 'Samuel Beckett' sono arrivati 650 profughi, tra i quali 173 donne e 46 minori. Sei donne in gravidanza e una con pneumotorace sono state ricoverate nell'ospedale di Modica, mentre, sono stati registrati 146 casi di scabbia. Più di 400 migranti entro questa sera verranno trasferiti in altri centri d'accoglienza.

Intanto, quattro senegalesi e due gambiani sono stati fermati a Catania da Polizia di Stato e Guardia di finanza, coordinati dalla Procura della Repubblica etnea, nell'ambito delle indagini sugli sbarchi avvenuti a Catania il 21 ottobre scorso, quando sono giunti a bordo della nave 'Vos Hestia' di 'Save The Children' 231 migranti ed i cadaveri di cinque di essi, e l'altro ieri, quando a Catania sono stati fatti sbarcare dalla nave della Marina britannica 'HMS Enterprise' 622 migranti e tre cadaveri.

I fermati sono gravemente indiziati del reato di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e sono stati rinchiusi nel carcere di Piazza Lanza. Due sarebbero stati alla guida di un gommone con a bordo 118 migranti soccorso in acque internazionali dalla nave della Marina irlandese 'Samuel Beckett', che ha anche recuperato i cinque cadaveri, tutti successivamente trasbordati sulla 'Vos Hestia'.

Un altro fermato sarebbe stato alla guida di un gommone bianco di circa 10 metri con a bordo 190 migranti e tre cadaveri soccorso in acque internazionali dalla 'HMS Enterprise'. Gli ultimi tre fermati sarebbero stati i componenti dell'equipaggio di un gommone di 126 migranti anch'esso soccorso dalla nave britannica.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X