stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Casa a luci rosse a Ragusa, proprietario: "Non riesco ad affittarla ad altri"
POLIZIA

Casa a luci rosse a Ragusa, proprietario: "Non riesco ad affittarla ad altri"

RAGUSA. Una casa a luci rosse dove si prostituiva un transessuale brasiliano è stata sequestrata dalla Polizia di Stato a Ragusa. Il proprietario dell'immobile, in Via Armando Diaz, che era stato già diffidato, ha detto agli agenti della squadra mobile di non riuscire ad affittare la casa se non a prostitute e di aver bisogno di soldi. Gli agenti sono intervenuti dopo la segnalazioni di abitanti della zona ed hanno identificato anche alcuni clienti. L'extracomunitario è risultato irregolare in Itala e sono in corso le procedure per il suo allontanamento.

Un mese fa un'altra casa a luci rosse era stata individuata nel centro di Ragusa. A gestirla era una cinese che per questo è stata arrestata. La scoperta è stata fatta dopo le segnalazioni dei residenti della zona, insospettiti dal via-vai dei clienti in cerca dell'abitazione della donna. Per eludere i controlli della polizia, infatti, la titolare della casa di appuntamento non aveva indicato il numero civico. Quando gli agenti hanno individuato l’abitazione, hanno colto la prostituta sul fatto mentre si intratteneva con un italiano. La donna ha affermato di essere sposata con un italiano di Roma e per guadagnare qualcosa ha scelto la strada della prostituzione. In meno di una settimana avrebbe guadagnato 2mila euro. Il cliente ragusano ha confermato di aver consumato un rapporto sessuale a pagamento per la somma di 50 euro. “La Polizia di Stato di Ragusa - si legge in una nota - continua ad intervenire prontamente per ogni richiesta del cittadino, al fine di ripristinare il giusto decoro di una città di elevato spessore culturale come Ragusa”, si legge in una nota della questura di Ragusa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X