stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Coleottero dei carrubi iblei, il «contagio» si estende: a rischio il Siracusano
EPIDEMIA

Coleottero dei carrubi iblei, il «contagio» si estende: a rischio il Siracusano

di

RAGUSA. Chiedono misure straordinarie e urgenti per debellare il coleottero lignicolo «scolitide» che sta distruggendo migliaia di carrubeti lungo la fascia costiera del Ragusano.

È una vera e propria emergenza, con oltre 300 mila ceppi "censiti" centomila gli alberi con le foglie che sono ingiallite e il tronco rapidamente rosicchiato - quella che si sta consumando su una superfice molto estesa che si estende da Santa Croce Camerina fino alle contrade rurali di Scicli e Pozzallo.

Il danno economico diretto è già quantificato: ogni pianta ha un valore che oscilla fra i 500 ed i mille euro e se dovranno essere abbattute tutte, perchè non esiste ancora sul mercato un prodotto per eliminare i coleotteri, bisognerà distruggere un valore per le aziende che potrebbe superare i 50 milioni di euro. Tanto da mettere in ginocchio un' economia su cui reggono duecento imprese della zona.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE  

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X