stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Ispezione a Modica, l'Asp: nulla da nascondere
SANITA'

Ispezione a Modica, l'Asp: nulla da nascondere

di

MODICA. Al lavoro per esaminare carte, visionare le cartelle cliniche ma anche per sentire il personale sanitario. Una visita, quella all' ospedale Maggiore, con compiti ben precisi, quella degli ispettori ministeriali inviati dal ministro Beatrice Lorenzin dopo un' interpellanza del parlamentare Nino Minardo: accertare se ci sono state delle responsabilità o delle negligenze nel gestire i casi legati alle morti di Roberto Cannata, Luigi Annino, Maria Occhipinti e Maria Grazia Di Fede, avvenute fra il 25 aprile ed il 21 giugno scorsi, nell' arco di neanche due mesi. Ieri tanta serenità nella direzione generale dell' Asp di Ragusa.

«Come Azienda sanitaria abbiamo già completato la nostra ispezione interna affidata a cinque specialisti - spiega il manager Maurizio Aricò - quella che è arrivata da Roma era stata annunciata già tempo fa ed è stata ritardata solo per motivi organizzativi propri del Ministero. Noi abbiamo accolto gli ispettori con grande disponibilità». Aricò spiega che l' Asp già da ieri mattina ha messo a disposizione tutte le risorse richieste.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI RAGUSA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X