stampa
Dimensione testo
IL CASO

Santa Croce Camerina senza bagnini, è polemica

di

SANTA CROCE CAMERINA. Un servizio che andava comunque fatto. Oltre i facili proclami e i tagli delle risorse da parte della Regione e del governo centrale. Un impegno di spesa di 19 mila e 600 euro, il costo del servizio per le torrette e il personale qualificato per l' assistenza e il salvataggio bagnanti, lungo il litorale di Santa Croce. Il presidente del consiglio comunale Carmelo Portelli, con toni pacati, e senza alcuna polemica politica, parla di un' occasione mancata in un litorale conosciuto e apprezzato in tutto il mondo.

«Stiamo parlando del nulla - precisa Portelli - di briciole in relazione agli impegni di spesa con una manovra finanziaria di 16 milioni di euro di cui 8 milioni di spesa corrente e un milione e 900 mila euro di investimenti in fondo capitale. Non riuscire a trovare, tra i meandri dei vari capitoli e delle somme appostate, 20 mila euro per un servizio indispensabile per la sicurezza dei nostri bagnanti, mi sembra davvero paradossale. Non stiamo parlando di divertimenti o feste di quartiere ma un servizio utile, obbligatorio per legge, in una zona dove, ahimè, si registrano quasi quotidianamente incidenti in mare».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI RAGUSA  DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X