stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Santa Croce, "Uccise la suocera": condannato a 16 anni di carcere
CORTE D'ASSISE

Santa Croce, "Uccise la suocera": condannato a 16 anni di carcere

di

RAGUSA. La Corte d' Assise di Siracusa, al termine della Camera di consiglio, ha condannato a 16 anni di reclusione ed all'interdizione perpetua dai pubblici uffici Giuseppe Maurici, 49 anni, nato a San Cono, in provincia di Catania, residente a Santa Croce Camerina, accusato della morte della suocera Maria Di Martino, ragusana di 79 anni, disabile, scomparsa nel nulla il 22 febbraio 2005.

La Corte d' Assise (presidente Maria Concetta Spanto) ha riqualificato il capo d' imputazione in omicidio preterintenzionale aggravato. Il pubblico ministero Gaetano Scollo aveva chiesto la condanna dell' imputato per il reato di omicidio alla pena di 26 anni di reclusione.

Il corpo della donna non è stato mai trovato anche se nel dicembre scorso la polizia di Ragusa lo ha cercato anche nella fondamenta della casa dell' imputato ma senza esito.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI CALTANISSETTA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X