stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Agguato ad un pizzaiolo a Santa Croce, denunciato bracciante tunisino
CARABINIERI

Agguato ad un pizzaiolo a Santa Croce, denunciato bracciante tunisino

di

SANTA CROCE CAMERINA.  I carabinieri hanno identificato e denunciato l’aggressore del pizzaiolo. Per i militari dell’Arma alla base del ferimento non ci sarebbe la vendetta ma la risposta ad una provocazione. L’episodio risale al 29 ottobre scorso quando il pizzaiolo di via Caucana fu ferito all’interno dell’azienda agricola di proprietà del fratello. Tre giorni prima un giovane tunisino ubriaco aveva scagliato il cartone della pizza addosso al pizzaiolo che, per risposta, gli aveva mollato un paio di schiaffi.

Alcuni giorni dopo, il pizzaiolo era ritornato al centro dell’attenzione poiché era stato colpito al volto con un pugno e con un fendente di taglierino da uno sconosciuto tunisino. I carabinieri di Santa Croce hanno avviato le indagini e lo hanno individuato; si tratta di un cinquantatreenne incensurato bracciante agricolo residente a Santa Croce da decenni. Lo stesso, saputo che i carabinieri lo cercavano, s’è spontaneamente presentato in caserma ed ha raccontato la sua versione dei fatti. Quella mattina il tunisino s’era avvicinato all’imprenditore agricolo etneo dicendo che il proprio coltello era poco affilato e chiedendone un altro.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X