stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Punta Braccetto, bruciate le cartelle dei tributi
PROTESTA

Punta Braccetto, bruciate le cartelle dei tributi

di
Il comitato dice che ogni anno nelle casse dei Comuni di Ragusa e Santa Croce, dalla frazione arrivino 400.000 euro di tasse che non corrispondono a servizi

RAGUSA. I bollettini dei tributi comunali sono stati bruciati. Un grande falò per denunciare quelle che un gruppo di cittadini ritengono essere le inadempienze dei Comuni di Ragusa e Santa Croce.

L' ennesima protesta del comitato "per Punta Braccetto" che denuncia lo stato di abbandono in cui versa la frazione di Punta Braccetto le cui competenze ricadono a metà tra i comuni di Ragusa e Santa Croce Camerina. Il territorio "conteso" da anni chiede l' allaccio alla rete idrica e fognaria nel territorio di Ragusa e l' avvio dei lavori della vasca di raccolta dei reflui fognari nel versante di Santa Croce.

«Questa è la prima iniziativa di protesta simbolica - spiega Emilio Tasca, presidente dell' associa zione "per Punta Braccetto" -; ma non intendiamo fermarci qui.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X