stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Fondi persi per i siti archeologici, Ragusa si mobilita
PROTESTA

Fondi persi per i siti archeologici, Ragusa si mobilita

L'assessore alla Cultura del comune di Vittoria, Gaetano Bonetta, chiama a raccolta tutti i comuni iblei

RAGUSA. «Si sta consumando un misfatto morale e culturale ai danni della storia, del  presente e del futuro della nostra area iblea e delle sue popolazioni dopo la notizia che il museo archeologico di Camarina e l'area di Cava d'Ispica hanno perso il finanziamento di 6 milioni di euro». Lo afferma l'assessore alla Cultura del comune di Vittoria, Gaetano Bonetta, che chiama a raccolta tutti i comuni iblei.

«Lungaggini burocratiche e amministrative, insipienza e inettitudine ? aggiunge Bonetta ? non consentiranno alle nostre istituzioni archeologiche di poter usufruire di sei milioni di euro, quali fondi europei stanziati a favore di Camarina e di Cava d'Ispica. Da qui a qualche mese, infatti, scadranno i tempi utili per la presentazione del piano di realizzazione che non è
stato approntato dalle competenti autorità regionali e che, quindi, ci costringerà ad assistere all'ennesima volatilizzazione di una fantastica opportunità per valorizzare quelle risorse archeologiche, storiche, artistiche, ambientali e culturali che sono il nostro patrimonio più grande. E tutto ciò passa quasi sotto silenzio».

«È opportuno che tutte le amministrazioni iblee - conclude Bonetta - si facciano promotrici in maniera individuale oppure coordinata di iniziative di viva protesta e di proposte realistiche per porre i rimedi necessari e, quindi, poter recuperare i fondi che rischiano di ritornare a  Bruxelles».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X