stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Virus del pomodoro, è epidemia a Santa Croce
AGRICOLTURA

Virus del pomodoro, è epidemia a Santa Croce

di

SANTA CROCE CAMERINA. Una vera e propria epidemia che ha distrutto le colture in produzione. Il virus del pomodoro, il «Tylcv», sta provocando il collasso delle nuove colture con l’80 per cento delle piantine che dovranno essere estirpate. Anche le piante più tolleranti sono state gravemente danneggiate. Un danno economico ingente, per i produttori serricoli della fascia trasformata, proprio all’inizio della nuova campagna agraria.

Il virus dell'accartocciamento fogliare del pomodoro (Tylcv) è un malattia che distrugge la piantina prima che dia il frutto, compromettendo così l'intero raccolto. «Proprio all’inizio della nuova campagna agraria – spiega Guglielmo Occhipinti, portavoce del gruppo agricoltori di Santa Croce – una nuova epidemia rischia di compromettere in maniera irreparabile l’intero raccolto. Le misure da adottare sono semplici ma non del tutto efficaci. Con la copertura a rete con le maglie fittissime degli impianti e delle porte di accesso laterali delle serre».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X