stampa
Dimensione testo
POLIZIA

Comiso, rissa a San Leonardo: tre denunciati

di
Gli agenti di polizia sono intervenuti nel quartiere della città per sedare una zuffa nata dopo un diverbio tra una donna ed il proprietario di un camion

COMISO. Rissa nel quartiere San Leonardo a Comiso. La zuffa è stata causata da banali motivi, legati ai difficili rapporti di vicinato. Coinvolti tre uomini che, alla fine, sono rimasti feriti con prognosi da 4 a 8 giorni come risulta nel referto dei medici dell'ospedale di Comiso. Per tutti quanti è scattata la denuncia con l’accusa di lesioni personali e rissa. L'alterco iniziale, da cui è scaturita la rissa successiva, aveva coinvolto, in una prima fase una donna ed un suo vicino, proprietario di un camion.

Il camion era parcheggiato nei pressi dell'abitazione dell'uomo, in via Cucuzzella, angolo via San Leonardo. L'uomo avrebbe accusato la donna di lanciare dal balcone il sacchetto della spazzatura, facendolo cadere sul suo autocarro parcheggiato li vicino. La donna avrebbe protestato e l'uomo, S.C., di 53 anni, al culmine dell'ira, avrebbe lanciato accuse opesanti, con un linguaggio assai colorito, nonostante la presenza di una bambina di 8 anni, figlia della donna. La donna avrebbe provato a placarlo ma il camionista, secondo una prima ricostruzione, l'avrebbe colpita al volto con uno schiaffo mentre la bimba, che si trovava accanto alla madre, ha perso l'equilibrio ed è caduta a terra.

A quel punto è intervenuto il marito della donna, G.L., di 46 anni che ha difeso a spada tratta la moglie, scagliandosi contro il presunto aggressore. I due sono venuti alle mani e, nella zuffa, è intervenuto anche il figlio del camionista A.C, di 18 anni. La donna, che ha assistito alla scena, ha chiesto l’intervento della polizia. Quando gli uomini del commissariato di via Pietro Micca sono arrivati hanno trovato S.C. che aveva una profonda ferita all'addome, lunga 15 centimetri, che sanguinava abbondantemente. I tre sono stati portati in ospedale. S.C. ha avuto otto giorni di prognosi, 5 per il suo interlocutore, G. P. (trauma al viso ed alla scapola). Anche la donna, G.L. che era stata colpita al volto, ha avuto una prognosi di 4 giorni per contusione al collo. I tre uomini sono stati tutti denunciati a piede libero: dovranno rispondere di lesioni personali e rissa.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X