stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Ragusa, apertura della discarica: si attende Cartabellotta
CAVA DEI MODICANI

Ragusa, apertura della discarica: si attende Cartabellotta

di

RAGUSA. A Palermo l'apertura dei dirigenti dell'Agenzia acque e rifiuti, a Ragusa le opposizioni di Arpa e ex Provincia. E ora spetterà al commissario del Libero consorzio, Dario Cartabellotta, stabilire se concedere o meno un altro anno di vita alla discarica di Cava dei Modica. Un "sì" permetterebbe di allontanare il rischio emergenza rifiuti, un "no" costringerebbe i Comuni, in particolar modo quello di Ragusa, a conferire altrove. Ma dove?

Da giugno è stato chiesto alla Regione di indicare il sito nell'eventualità che non si fosse riusciti a tenere aperta la discarica subcomprensoriale di Ragusa. La Regione non ha mai indicato una struttura, nonostante per legge spetti proprio a Palermo tale indicazione. Cos'avverrà il 22 luglio? È il dilemma che si troverà sul tavolo, al proprio rientro in città, il commissario regionale Cartabellotta. Un rifiuto di firmare l'ordinanza contingibile e urgente si tradurrebbe in una situazione di grave difficoltà.

Ieri mattina si è tenuto, in Prefettura, un vertice con Comuni, Asp, Arpa, Provincia e altri enti che devono esprimersi sul progetto - inviato da quasi un mese a Palermo - per proseguire l'abbancamento a Cava dei modicani per altri 63 mila metri cubi. Uno scambio di vedute acceso, con l'Arpa che ha lamentato una serie di interventi che nel corso degli anni non sono stati portati a termine.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X