stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Scicli, gara deserta per il palco: la festa si sposta
IL CASO

Scicli, gara deserta per il palco: la festa si sposta

di

SCICLI. "Tu vuoi guerra? E guerra sia!!Alle armi, miei prodi, viva Scicli, viva Maria!!". Sono le parole che il conte Ruggero d'Altavilla pronuncia all'Emiro Belcaneprima di "incrociare" le spade nella battagliatra Normanni e saraceni durante la rievocazione storica del fatto d'armi che si fa risalire dell'anno 1091. Per la prima volta nella storia la sacra rappresentazione non sarà sul "finto" castello di piazza Italia ma in un altro posto della città. Dal Comune hanno fatto sapere che la location scelta per la rappresentazione teatrale della "battaglia" è San Bartolomeo o meglio il sagrato della omonima chiesa. Uno scenario straordinario ma che con la festa delle Milizie non ha nulla a che vedere. Quale motivo ha indotto il Comunea rinunciare al tradizionale palco di Piazza Italia ed ambientare la rievocazione a San Bartolomeo? Il motivo è semplice.

Dagli uffici comunali ci hanno spiegato che la gara d'appalto per la realizzazione del grande palco ed il montaggio della scenografia del Castello è andata deserta. Nessuna ditta ha partecipato alla gara che prevedeva la somma di 10 mila euro. Fatto particolare èche la gara è stata fatta per ben tre volte ed in tutti i casi (nonostante la cifra fosse stata portata a 13 mila euro) nessuno ha presentato un'offerta. "Alla faccia della crisi!" ha commentato qualcuno. La soluzione trovata è stata quella dispostare tutto a San Bartolomeo, dove la sera di sabato 11 luglio si accenderanno i riflettori su un' edizione travagliata della festa delle Milizie.

Due i motivi che rendono anomala la "battaglia della Madonna guerriera": la data della festa (che dall'ultimo sabato di maggio è stata fatta slittare all'11 luglio) ed il luogo della rievocazione storica. Le polemiche e le critiche verso il palazzo comunalepiovono senza avere fine. Chissà quale sarà l'esito della festa? Anche le condizioni meteo non aiutano il normale svolgimento della rappresentazione teatrale. Per il prossimo fine settimana il caldo aumenterà. Pensiamo agli attori ed alle comparse che indossano abiti pesanti e sorreggere pesanti spade e scudi. Un bel problema.

"Speriamo che quella di quest'anno- dicono alcuni cittadini- sia la prima e l'ultima volta della 'battaglia'a San Bartolomeo. Gli sciclitani non meritavano questo". La battaglia delle Milizie o la festa della Madonna a cavallo bardato a guerra è una ricorrenza molto sentita dagli sciclitani e rappresenta la vittoria dei Normanni sui Saraceni per opera di Ruggero d'Altavilla, conclusasi con la liberazione di Scicli dal dominio saraceno. Si narra che la battaglia finale fu vinta dai Cristiani per l'intercessione della Vergine Maria scesa su un bianco cavallo a difesa di Scicli.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X