stampa
Dimensione testo
IMMIGRAZIONE

Cade in mare durante la fase di trasbordo, un disperso nel Canale di Sicilia

Un ventinovenne del Ghana è stato trascinato via dalla corrente mentre stava tentando di abbandonare il natante sul quale viaggiava con altri 151 migranti

POZZALLO. Un 29enne originario del Ghana di 29 anni è precipitato in mare ed è stato trascinato via dalla corrente mentre stava tentando di salire dal natante sul quale viaggiava con altri 151 migranti sul mercantile battente bandiera delle Bahamas che li stava soccorrendo. L'episodio è avvenuto due giorni fa, ma la notizia si è appresa soltanto oggi. L'uomo si sarebbe lanciato di corsa verso la scala di corda lanciata dai soccorritori, ma nella frenesia dei movimenti è scivolato ed è precipitato in mare. Sono state subito avviate le ricerche, ma con esito negativo.

A ricostruire la vicenda è stato il comandante della nave, che è arrivata ieri nel porto di Pozzallo. La sua versione è stata confermata anche da un cugino della vittima. La Procura di Ragusa non ha ritenuto necessario aprire un'inchiesta.

FERMATI SCAFISTI. Intanto due egiziani ritenuti gli scafisti del natante partito dalla Libia con a bordo 152 migranti soccorso nel Canale di Sicilia da un mercantile battente bandiera delle Bahamas arrivato ieri a Pozzallo sono stati fermati dalla squadra mobile iblea. Il reato ipotizzato dalla Procura di Ragusa è di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

Sale a 147 il numero degli scafisti fermati per sbarchi avvenuti nel Ragusano nel 2014. Gli arrivi intanto continuano: a Pozzallo negli ultimi cinque giorni sono sbarcati circa 2.000 migranti. E' in corso il loro trasferimento, con aerei e autobus, in altre località.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X