PARTITI

È caos nei 5 Stelle a Ragusa, restano isolati Piccitto e Iannucci

di

RAGUSA. Da città simbolo del buongoverno grillino a capoluogo di provincia «snobbato» dai vertici del Movimento 5 stelle nella scelta dei candidati alle prossime elezioni per il rinnovo di Camera e Senato.

Ragusa si è risvegliata sotto un cielo di «stelle cadenti» e di fazioni che vengono a galla. Nessun esponente ragusano scelto da Di Maio e dai maggiorenti del Movimento e la decisione del vice sindaco uscente, Massimo Iannucci, di fare un passo indietro per le elezioni amministrative di primavera.

Una scelta scontata, legata all'involuzione del movimento a livello locale che ha trovato sponda tra vertici siciliani dei 5 stelle, decisi a escludere dalla competizione nazionale gli amministratori ragusani uscenti.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X