"GUADAGNI AZZERATI"

Ragusa, cala il prezzo del latte per i produttori

di

RAGUSA. Un ulteriore taglio di due centesimi al litro. Una comunicazione «stringata» che suona come una beffa per gli allevatori ragusani costretti a produrre sotto costo. Fino al 31 di marzo il prezzo del latte pagato dagli industriali ai produttori, pari a 38 centesimi al litro, avrà una riduzione di un centesimo e ottanta. Sugli scaffali dei punti vendita, di contro, il prezzo resta invariato.

«È un mercato senza regole – spiega Saro Biazzo, allevatore e componente del direttivo della Coldiretti ragusana -, che non tiene in considerazione i parametri previsti per legge e un andamento economico molto difficile per le aziende zootecniche ragusane, costrette ad operare in perdita».

La mancata comunicazione e la «concertazione» con le organizzazioni di categoria è un ulteriore tegola su una vertenza difficile.  «Ad oggi non c’è alcun accordo o prezzo di riferimento in ambito regionale – aggiunge Biazzo - è un mercato, quello siciliano, che risente del borsino del prezzo del latte e di un andamento sui consumi poco favorevoli».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X