Monossido dalla caldaia: paura per il sindaco di Ispica

Piero Rustico e la moglie hanno rischiato la vita a causa del cattivo funzionamento della caldaia di casa. Provvidenziale l'intervento del fratello del primo cittadino
Ragusa, Archivio

ISPICA. Paura per il sindaco di Ispica, Piero Rustico, che ha rischiato di morire a causa delle esalazioni di monossido di carbonio.
La caldaia di casa funziona male, ma Rustico e la moglie non se ne accorgono. Stavano per uscire di casa e, improvvisamente, si sono ritrovati a terra, privi di sensi. A salvarli è stato il fratello del primo cittadino che, insieme ad altri parenti, li attendeva per festeggiare insieme il compleanno del padre. Rustico non rispondeva al telefono ed il fratello si è recato a casa sua. Appena arrivato, ha visto Piero Rustico e la moglie riversi sul pavimento, ha sfondato la vetrata ed ha chiamato i soccorsi.
Un intervento provvidenziale che ha salvato la vita dei due coniugi, ora ricoverati in ospedale a Modica in osservazione. Per fortuna, non ci sono state gravi conseguenze. Potrebbero tornare a casa nelle prossime ore.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook