stampa
Dimensione testo

Modica e il piano di riequilibrio: "Un punto di partenza"

MODICA. «Un risultato che accolgo, non a braccia aperte, come se fosse una soluzione sicura, ma come giustamente hanno detto i consiglieri della maggioranza, quale punto di partenza e non di arrivo». È così che interviene in una nota la consigliera comunale del Pd, Ivana Castello, alla notizia, diramata nei giorni scorsi, sull’approvazione del Piano di Riequilibrio della Corte dei Conti e alle dichiarazioni rilasciate dal sindaco Ignazio Abbate e dall’assessore al Bilancio, Enzo Giannone. «Il Comune è debole in senso pecuniario, per cui è stata apprestata una cura che ne prevenga l’aggravamento irreversibile. Sono contenta – dice la Castello - che l’Ente ha evitato il dissesto e allo stesso tempo sono convinta che il sindaco sarà costretto al contenimento delle spese che sino ad oggi ha compiuto senza parsimonia. Le prescrizioni che arriveranno non saranno certamente in linea con la politica festaiola seguita sin ora». La consigliera poi sottolinea che per la prima volta ha sentito parlare il sindaco Abbate di criticità delle città che governa. «Oggi anche lui – aggiunge la Castello - ammette che il problema del rientro è prioritario. Forse comincerà a capire che la politica delle elargizioni a destra e a manca deve finire perché lo impone la Corte dei Conti».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X