stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Ancora maxi sbarchi, arrivati 1.200 migranti: a Pozzallo pure un bimbo di un mese
POPOLI IN FUGA

Ancora maxi sbarchi, arrivati 1.200 migranti: a Pozzallo pure un bimbo di un mese

Approdati in Sicilia e Calabria, 106 persone sulla Geo Barents sono state accolte a Taranto
emergenza migranti, geo barents, sbarchi pozzallo, Ragusa, Cronaca
Un'operazione di salvataggio (foto d'archivio)

Sono circa 1.200 i migranti arrivati oggi in Italia, con quattro sbarchi tra Sicilia, Calabria e Puglia. Nell’Isola, soccorse in due eventi Sar dalla Guardia costiera italiana, sono stati messe in salvo circa 650 persone. Altre 451 sono arrivate invece a Catanzaro Lido su un vecchio barcone. Il quarto approdo è stato a Taranto dove la Geo Barents, della ong Medici senza frontiere, ha portato 106 migranti soccorsi nei giorni scorsi dopo l’assegnazione del porto sicuro da parte del Viminale.

Nel mare Mediterraneo sono state due le operazioni di soccorso effettuate dalla Guardia costiera italiana che hanno messo in salvo 645 migranti: 395 sono stati portati a bordo della Diciotti e 250 sulla Peluso, che è di dimensioni inferiori. I due salvataggi in mare sono stati effettuati ieri al largo di Portopalo e Pozzallo: nel primo sono state soccorsi 175 migranti, poi altri 470 grazie anche all’intervento di un gommone d’altura. Le nazionalità prevalenti dei migranti sono Siria, Egitto, Etiopia, Bangladesh, Sudan e Yemen. Dopo una serie di cambi di destinazione la Diciotti è approdata a Pozzallo, nel Ragusano. Dai tamponi effettuati due persone, il padre e la figlia lattante, sono risultati positivi al Covid e poste in isolamento. La madre della piccola è negativa. Tra le persone sbarcate anche in bimbo di appena un mese. In serata è approdata nave Peluso a Porto Empedocle, nell’Agrigentino, con 250 persone a bordo.

Un altro maxi sbarco è avvenuto in Calabria: 451 migranti, provenienti da Sudan, Egitto e Siria sono arrivati nel porto di Catanzaro Lido a bordo di un barcone che è stato fatto fermare all’imbocco per problemi logistici. Sono stati portati a terra con imbarcazioni più piccole e poi trasferiti nel Palazzetto dello Sport del quartiere Corvo. «Nonostante le avverse condizioni meteo - ha detto il sindaco di Catanzaro, Nicola Fiorita in un video su Facebook - tutto si è svolto in condizioni di sicurezza. Speriamo vengano spostati rapidamente anche in altri centri».

Il quarto sbarco della giornata, ma il primo in ordine di tempo, è avvenuto nel porto di Taranto dove in mattinata è approdata la nave Geo Barents della ong Medici senza frontiere con 106 persone soccorse in mare nei giorni scorsi. Tra questi 26 donne e 42 minorenni, sette dei quali di età compresa tra uno e quattro anni. L’imbarcazione era partita dalla Turchia. I migranti sono stati trasferiti temporaneamente all’hotspot per essere smistati successivamente verso altre destinazioni. Non sono state segnalate particolari criticità, anche se diversi profughi sono apparsi particolarmente provati.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X