stampa
Dimensione testo
DENUNCIATO

Colto da infarto durante un controllo della polizia a Ragusa: aveva una pistola in auto

Le indagini sembrano escludere al momento collegamenti con la criminalità organizzata o con le rapine compiute nell'ultimo periodo nel Ragusano, ma rimangono dei dubbi sul fatto che l'uomo per andare a trovare parenti abbia portato al seguito una pistola con il colpo in canna

RAGUSA. Un uomo di 63 anni di Palagonia (Catania) è stato colto da un malore, probabilmente un infarto, dopo che è stato denunciato per porto abusivo di armi perchè trovato dalla Polizia di Stato di Ragusa in possesso di una pistola Beretta 9 x 21, simile a quelle in dotazione alle forze di polizia, che l'uomo poteva tenere legalmente in casa ma che non poteva portare fuori. L'uomo è stato fermato per un controllo mentre viaggiava lungo la Strada Statale 514 a bordo di un'auto verso Marina di Ragusa.

L'arma, con il colpo in canna, era sotto il sedile lato guida. Un secondo caricatore è stato trovato nella tasca del giubbotto dell'uomo. L'uomo è stato ricoverato nell'ospedale di Ragusa. Qualche giorno dopo l'uomo è stato controllato sempre a bordo di un'auto nel territorio Ragusano.

Le indagini della squadra mobile sembrano escludere al momento collegamenti con la criminalità organizzata o con le rapine compiute nell'ultimo periodo nel Ragusano, ma rimangono dei dubbi sul fatto che l'uomo per andare a trovare parenti abbia portato al seguito una pistola con il colpo in canna. A breve nei suoi confronti scatterà un divieto di far ritorno nel comune di Ragusa. Durante una perquisizione nella sua abitazione gli agenti hanno trovato un mini arsenale con pistole e fucili e munizioni, che soino state sequestrati. Alcune armi erano detenute regolarmente, su altre sono in corso accertamenti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X