FERROVIE

Trasporti a Ragusa, i pendolari: "Treni cancellati e troppi ritardi"

di

Ancora pecche e lacune ma il servizio di trasporto su treno per pendolari e turisti potrebbe essere migliorato e rilanciato con pochi sforzi. Ne sono convinti il Cub Trasporti ed il Comitato pendolari di Ragusa che con Pippo Gurrieri e Andrea Patriarca tornano all'attacco per spiegare le loro ragioni non comprendendo per quale motivo, la Regione che è committente dei servizi non riesca a «farsi rispettare».

Da due anni è aperta una interlocuzione con la Regione ma non sarebbero stati recepiti dei punti importanti. «Abbiamo indicato cause di disservizi e anche i rimedi. Dagli anni Novanta il traffico dei pendolari è stato quasi smantellato ed avevamo fatto un progetto per rimetterlo in funzione con orari adatti ai lavoratori ma non c'è stata una risposta adeguata. Non si guarda affatto alle esigenze del territorio», spiega Pippo Gurrieri.

Secondo Cub e Comitato pendolari, dall'estate ad ora «soprattutto tra Caltanissetta e Modica, si sono registrati ritardi gravi e quotidiani non imputabili a Trenitalia ma a Rfi, e sono ritardi che hanno danneggiato i lavoratori. Abbiamo anche chiesto alla Regione che indaghi sui malfunzionamenti e che punti alla soluzione delle carenze infrastrutturali che non vengono risolte».

L’articolo completo nell’edizione Sicilia Orientale del Giornale di Sicilia.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X