IMMIGRAZIONE

A Pozzallo arrivano 236 migranti: via libera allo sbarco di donne e bambini. Nuovo scontro fra Salvini e Malta

Arrivato a Pozzallo il barcone con a bordo 236 migranti soccorso da un peschereccio che lo ha trainato fino al porto del Ragusano.

Sono stati fatti scendere a terra i 12 bambini (di cui 5 neonati) e le quasi 50 donne.  Gli altri migranti sono rimasti a bordo del barcone. Sul posto personale della polizia, dei carabinieri e della Capitaneria di porto di Pozzallo. L'imbarcazione è arrivata con 236 persone. Accertamenti in corso: sarebbero quasi tutti eritrei.
Individuati gli scafisti, si tratta di un libico e di un tunisino. "Malta si conferma vergognosa - commenta il ministro dell'Interno Matteo Salvini - chissà se a Bruxelles sprecheranno inchiostro per mandare letterine di richiamo anche alla Valletta".

Poche ore prima infatti era scoppiata una nuova polemica con La Valletta, col vicepremier che aveva segnalato che "un pattugliatore maltese ha invertito la rotta, abbandonando un gommone con 150/200 immigrati in mezzo al Mediterraneo e in direzione dell'Italia: è l'ennesima vergogna, degna di questa Unione europea incapace e dannosa".
"La sfida immigrazione è a lungo termine e richiede una risposta strategica, strutturata", spiega il premier Giuseppe Conte aggiungendo che "ridurre gli sbarchi significa contribuire a scardinare la rete di trafficanti di essere umani, significa soprattutto ridurre il numero di vittime in mare. Questo governo sin dall'inizio ha sollecitato una risposta complessiva dell'Europa. Questa risposta ancora fa fatica a essere attuata e lo dico con un certo rammarico".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X