TRIBUNALE

Omicidio a Ragusa, resta in carcere Giuseppe Panascia: unico indagato per la morte dell'ex moglie

di
Omidicio Ragusa, Giuseppe Panascia, Maria Zarba, Ragusa, Cronaca
Il tribunale di Catania

Resta in carcere Giuseppe Panascia, 74 anni, unico indagato per la morte di Maria Zarba, l'ex moglie 66 enne ritrovata nella sua abitazione lo scorso 11 ottobre a Ragusa.

La decisione è stata depositata dal Tribunale del Riesame di Catania, ed è stata resa nota nella tarda mattinata di ieri dal legale dell'uomo. L'avvocato Valentino Coria, aveva richiesto la scarcerazione del suo assistito che continua a negare il coinvolgimento nel delitto e in subordine l'applicazione degli arresti domiciliari anche in ragione dell'avanzata età dell'uomo. Il Riesame ha ritenuto di confermare la custodia in carcere.

Erano circa le 20 del 11 ottobre quando il nipote era rientrato a casa dal lavoro e aveva chiamato la nonna, salendo le scale che portano alla piccola abitazione di via Odierna 51 a Ragusa. Nessuna risposta ma uno scenario da incubo. La nonna giaceva in casa in un lago di sangue e con il cranio fracassato.

L’articolo completo nell’edizione Sicilia Orientale in edicola

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X