LE INDAGINI

L'omicidio di Maria Zarba a Ragusa, si cerca ancora l'arma del delitto

di

Una o più armi del delitto, un oggetto contundente cilindrico che poteva essere all'interno dell'abitazione altrimenti, probabilmente, oltre all'omicidio volontario aggravato dal fatto di averlo commesso ai danni dell'ex moglie, poteva essergli contestata anche la premeditazione.

E con cosa sia stata uccisa Maria Zarba, 66 anni trovata con il cranio fracassato all'interno della sua abitazione di via Odierna, giovedì 11 ottobre, ancora è oggetto di indagine tanto che, la salma della donna è ancora a disposizione dell'autorità giudiziaria che non ha dato il nullaosta per la riconsegna ai famigliari.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X