GDS IN EDICOLA

Acqua inquinata a Chiaramonte Gulfi, dichiarato lo stato di calamità

di

Il comune di Chiaramonte Gulfi dichiara lo stato di calamità per l’emergenza igienicosanitaria. Come riporta l'edizione odierna del Giornale di Sicilia, tre mesi dopo la scoperta dell’acqua inquinata nelle condotte, il sindaco Sebastiano Gurrieri e la sua giunta hanno deciso di dichiarare lo stato di calamità.

Ora la richiesta sarà trasmessa alla Regione: sarà l’atto propedeutico che consentira al comune pedemontano di poter richiedere dei finanziamenti per il rifacimento della rete idrica nel centro storico o almeno per alcuni interventi che permettano di eliminare le situazioni di criticità.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X