TURISMO

L'appello del Pd di Scicli: "Riaprire ai turisti le grotte di Chiafura"

di

Duemila sciclitani hanno abitato lì fino alla metà del Novecento. Dai primi anni Sessanta del secolo scorso le grotte di Chiafura, il quartiere troglotido appollaiato su una fiancata del colle San Matteo, sono solo un luogo della memoria. Non vi abita più nessuno perché ai proprietari, pur di portarli via da quel luogo inadatto ai bisogni di intere famiglie, sono state assegnate le case popolari al villaggio Aldisio prima ed Jungi dopo. È di questi giorni l'appello del presidente del circolo Scicli Democratica del Pd Salvo Di Maria, a riaprire il dibattito e ad auspicare l'apertura al pubblico le grotte di Chiafura.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X