SANITÀ

Climatizzatori fuori uso all'ospedale Paternò Arezzo di Ragusa, disagi per i pazienti

di

Temperature che hanno raggiunto anche i 40 gradi, stando ad alcune testimonianze, ed il reparto di Pediatria all'ospedale Maria Paternò Arezzo di Ragusa diventa un forno.

Una delle testimonianze arriva da un genitore ed è diffusa nella pagine social dell'ospedale. Un doppio disagio: la pompa di precisione di una flebo, che non funziona e la temperatura della stanza tra i 35 ed i 40 gradi, in cui sono costretti a convivere una mamma con il suo bambino ed un papà con la figlioletta di quindici mesi. Otto metri quadrati «senza aria condizionata – scrive l'uomo – e con una temperatura che arriva ai 35-40 gradi, senza un filo d'aria per potere respirare, senza potere uscire dalla stanza».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X