COMUNE

I soldi dal petrolio, il sindaco di Modica torna a battere cassa

di
royalties petrolio modica, Ragusa, Politica
Ignazio Abbate

Non si tratta più delle somme in «doppia cifra» che arrivavano fino a due o tre anni fa, fino a 15 milioni ogni anno. Ma, in tempi di magra per i Comuni, tutto quello che si può racimolare è sempre prezioso. E sulla questione royalties – che quest'anno ammontano a meno di sei milioni di euro - si torna a parlare di «spartizione» tra i Comuni iblei, mentre ad oggi la somma viene «girata» soltanto al comune capoluogo, dove si trovano i pozzi per l'estrazione del greggio.

A tornare alla carica è il sindaco di Modica, Ignazio Abbate: «Ribadisco ancora una volta con convinzione che le ricadute delle royalties petrolifere, attualmente di esclusivo interesse della città di Ragusa, debbano essere una risorsa per l’intera comunità iblea. Ci abbiamo già provato una prima volta senza successo con il vecchio governo regionale, ci riproveremo con maggiore convinzione adesso grazie agli ottimi rapporti instaurati con il presidente Musumeci e tutta la sua giunta. Ma la questione verrà portata fino a Roma dove cercheremo una interlocuzione con il nuovo Governo nazionale».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X