POLIZIA

Sbarco a Pozzallo, fermati due presunti scafisti tunisini

scafisti sbarco pozzallo, Ragusa, Cronaca
Foto d'archivio

Due presunti scafisti tunisini, Haitem Dahamn di 35 anni e Chahed Lassad di 34, sono stati fermati dalla squadra mobile di Ragusa nell’ambito di indagini avviate sullo sbarco, il 25 maggio scorso a Pozzallo, di 289 migranti da nave Francisco De Almeida dopo tre soccorsi in mare.

Uno di loro, per evitare di essere identificato, aveva costretto un dodicenne suo connazionale, che viaggiava non accompagnato, a dire che era suo figlio.

E’ stata una donna della Costa d’Avorio a segnalare alla polizia che quell'uomo non era il padre del ragazzino.

Il dodicenne, sentito da solo con una scusa, ha confermato che non era suo figlio.
Oltre ai presunti scafisti la squadra mobile ha arrestato, sempre nell’ambito di indagini sullo sbarco, altre nove persone: sette per aver fatto ingresso in Italia dopo l’espulsione, mentre sugli altri due pendevano mandati di cattura per aver commesso in Italia, prima di essere espulsi, spaccio di droga e rapina.

I nove e i due presunti scafisti sono stati condotti in carcere a disposizione della Procura di Ragusa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X